in

Da Antonio Canova ai GreenHeroes, Naturart unisce neoclassicismo ed economia verde

Il nuovo numero della rivista Naturart accende un faro sull’ex Cavallerizza di Lucca, dove le sculture e i dipinti di Antonio Canova – provenienti dalla gipsoteca di Possagno oltre che da prestigiose collezioni pubbliche e private – resteranno in esposizione fino al 29 settembre.

La mostra “Antonio Canova e il neoclassicismo a Lucca”, città natale di pittori neoclassici come Pompeo Batoni, Bernardino Nocchi, Stefano Tofanelli, permetterà di osservare da vicino i lavori di alcuni tra i più celebri esponenti di questa corrente artistica, da Francisco Goya e Francesco Hayez.

E sempre all’ex Cavallerizza, sabato 18 maggio alle ore 16.30, ci sarà la presentazione del 48° numero del trimestrale Naturart, edito come sempre dalla Giorgio Tesi group di Pistoia; per i lettori della rivista che si prenoteranno entro il 15 maggio, potranno poi acquistare il biglietto d’ingresso alla mostra al prezzo scontato di 10€ invece di 15€.

Sarà l’occasione per scoprire, oltre alle migliori opere del neoclassicismo, anche le più innovative realtà dell’economia verde nazionale. Non a caso, per tracciare un ponte tra passato e futuro, il nuovo numero di Naturart si apre con un articolo di Annalisa Corrado, responsabile del Kyoto club – insieme al celebre attore Alessandro Gassmann – del progetto #GreenHeroes, di cui anche greenreport è onorato di far parte come unico giornale italiano.

Tra gli “eroi verdi” d’Italia spicca il gruppo florovivaistico Giorgio Tesi, che lo scorso gennaio ha chiamato a raccolta i GreenHeroes nella propria sede pistoiese.

Stavolta la presentazione si sposta però a Lucca, dove batte il cuore di uno tra i distretti cartari più importanti d’Europa. Industrie per loro natura energivore e complesse da gestire, ma che rappresentano anche un pilastro centrale dell’economia circolare permettendo di riciclare i materiali cellulosici che cittadini e imprese separano diligentemente attraverso la raccolta differenziata.

Produrre carta in modo sostenibile è il mestiere di Lucart, che per questo è stata arruolata tra i GreenHeroes: un esempio di green economy che campeggia nel nuovo numero di Naturart, da scoprirsi anch’esso il prossimo 18 maggio.

La partecipazione alla presentazione di Naturart è gratuita ma i posti sono limitati: per prenotare occorre inviare una e-mail a redazione@discoverpistoia.it con nome, cognome e numero telefonico dei partecipanti.

L’articolo Da Antonio Canova ai GreenHeroes, Naturart unisce neoclassicismo ed economia verde sembra essere il primo su Greenreport: economia ecologica e sviluppo sostenibile.

ARTICOLO TERMINATO!

E come sempre ti raccomandiamo: se hai domande, dubbi, chiarimenti di qualsiasi tipo, scrivici nei commenti o lascia la tua valutazione! Il team di GREENYTOP è al tuo servizio per offrirti un servizio di qualità. Per richieste di collaborazione e di carattere promozionale Contattaci via email. Un saluto dal team di Greenytop!

What do you think?

Written by redazione

Crisi climatica da record (anche) in Toscana, il mar Tirreno ribolle