in

Economia circolare, da NextChem un impianto per l’upcycling delle plastiche negli Emirati arabi uniti

NextChem, la controllata del gruppo italiano Maire Tecnimont votata alla green economy, ha inaugurato ieri ad Abu Dhabi – negli Emirati arabi uniti – un nuovo impianto di upcycling di plastiche che processa diverse tipologie di polimeri: dal near to prime agli scarti di fine produzione degli impianti, ed anche polimeri riciclati.

L’impianto è stato realizzato da Gcb Polymers – una joint venture tra NextChem, P2 Polimeri e Polyme general trading – nella più grande area industrial e free zone del Medio Oriente, a Kezad.

Si tratta di un impianto in grado sia di migliorare i polimeri di bassa qualità (come i prodotti di gamma inferiore, e quelli non conformi) che di effettuare un processo di upcycling su residui plastici per trasformarli in polimeri qualificati di più alto valore destinati ad applicazioni industriali specifiche, contribuendo in modo concreto allo sviluppo dell’economia circolare.

«L’impianto di Kezad è un esempio del know-how italiano, che è stato sviluppato in Italia e ora è esportato per aiutare i Paesi come gli Emirati a sviluppare l’economia circolare su scala industriale –  commenta Fabrizio Di Amato, presidente Maire Tecnimont – Convertendo i polimeri di bassa qualità in prodotti di più alto valore e, allo stesso tempo, effettuando l’upcycling degli scarti plastici, stiamo industrializzando un modello innovativo e concreto per dare un forte impulso all’economia circolare negli Emirati arabi uniti».

L’impianto Gcb Polymers si servirà del vicino Porto di Khalifa per importare ed espor-tare i prodotti ogni giorno, raggiungendo un massimo di produzione a regime pari a 180mila tonnellate annue nei prossimi anni. Questi polimeri possono essere utilizzati per realizzare prodotti per la casa, per gli arredi da giardino, per i tubi, per il packaging e per molte altre applicazioni.

L’articolo Economia circolare, da NextChem un impianto per l’upcycling delle plastiche negli Emirati arabi uniti sembra essere il primo su Greenreport: economia ecologica e sviluppo sostenibile.

ARTICOLO TERMINATO!

E come sempre ti raccomandiamo: se hai domande, dubbi, chiarimenti di qualsiasi tipo, scrivici nei commenti o lascia la tua valutazione! Il team di GREENYTOP è al tuo servizio per offrirti un servizio di qualità. Per richieste di collaborazione e di carattere promozionale Contattaci via email. Un saluto dal team di Greenytop!

What do you think?

Written by redazione

Gli effetti combinati della temperatura e degli inquinanti sui piccoli crostacei dei laghi alpini

Autorità portuale, nel prossimo triennio in campo investimenti da 415 milioni di euro